Dalle Provincie

CHIETI ADERISCE ALL’“ORA DELLA TERRA”

Ora della terra, anche il comune di Chieti aderisce alla giornata internazionale voluta dal Wwf e “spegne” simbolicamente le luci delle piazza di San Giustino e Giovan Battista Vico dalle 20.30 alle 21.30 del 27 marzo prossimo.

“L’Earth hour è un evento a cui abbiamo aderito in nome di una sostenibilità che stiamo promuovendo non solo come buona pratica, ma come stile di vita cittadino – così il sindaco Diego Ferrara e gli assessori all’Ambiente e Lavori pubblici Chiara Zappalorto e Stefano Rispoli – Chieti ci sarà con il buio simbolico delle sue piazze centrali, ma accendendo la volontà di portare avanti tematiche ambientali inclusive, oltre che virtuose. Un’esigenza perfettamente in linea con il motivo di quest’anno della Giornata che si celebrerà il 27 marzo, la parola chiave sarà infatti “insieme”: per superare il periodo pandemico e riprendere la vita a tutti i livelli, nonché per unire le forze e salvare il pianeta, un intento che ha creato la più importante mobilitazione mondiale, proprio prima del Covid”.

“Abbiamo iniziato il nostro mandato – spiegano gli amministratori di Chieti – piantando alberi, proprio per rappresentare il cambiamento di visione sulla tutela ambientale, lavoreremo con la Commissione Statuto per fornire Chieti di un regolamento del verde che renda operativa la collaborazione della comunità nella gestione dei parchi pubblici e aree verdi per rendere e di concerto con l’assessorato alla Mobilità e Lavori pubblici, ci occuperemo anche della sostenibilità, accelerando i tempi dei cantieri per la realizzazione di percorsi di mobilità sostenibile, nonché monitorando la nuova gestione degli impianti della pubblica illuminazione, passata a Rti Ceie Power Spa, a fronte del contratto per la concessione del servizio ratificato lo scorso 14 dicembre e aderente al Programma Elena, (European local energy advisor), attivato dalla Commissione europea e coordinato dalla provincia di Chieti proprio per coinvolgere città e i cittadini negli obiettivi di politica energetica sostenibile”.

“Attività in movimento, perché la città abbia un suo percorso, nuovo e deciso sul fronte ambientale e, soprattutto, su quello della sostenibilità, sia per recuperare risorse, che tutelare quelle green per il futuro. – concludono – Anche sul fronte mobilità abbiamo fatto un passo importante, partecipando a un progetto pilota di mobilità integrata, innovativo e primo in Italia, che nasce dalla sinergia fra l’Amministrazione comunale ed Esa Energie, società italiana che è prossima a installare in città 3 ciclo-stazioni automatizzate a ricarica induttiva che incentiveranno l’uso dei parcheggi contribuendo a decongestionare il centro urbano”.

Back to top button