Dalle Provincie

CHIETI, ASSEGNATO OGGI IL PREMIO PRISCO A MANCINI E BARELLA

A distanza di due anni è tornato questa mattina a Chieti il Premio Nazionale “Giuseppe Prisco”.
Nella splendida cornice del Teatro Marrucino di Chieti a essere premiati questa mattina sono stati i vincitori proclamati dalla giuria allora presieduta da Sergio Zavoli (deceduto il 4 agosto del 2020) e composta da Italo Cucci, Gianni Mura (deceduto il 21 marzo del 2020), Gian Paolo Ormezzano, Marco Civoli, Franco Zappacosta, Ilaria D’Amico e coordinata dall’imprenditore Marcello Zaccagnini, presidente del Comitato organizzatore. Sul palco dello storico teatro teatino Oreste Vigorito (Benevento), e poi un rappresentante del Bologna Calcio per Sinisa Mihajlovic. A Nicolò Barella (Internazionale), a causa di impegni agonistici, il premio era stato già consegnato. Sono stati questo i vincitori, nelle rispettive categorie (Dirigenti di Società, Allenatori e Calciatori), della XVIII edizione del Premio Nazionale “Giuseppe Prisco” alla lealtà, alla correttezza e alla simpatia sportiva. A ritirare il Premio Speciale di Giornalismo “Nando Martellini”, alla sua XVI edizione sarà, invece, la giornalista di Rai Sport Donatella Scarnati; la stessa commissione, inoltre, come si ricorderà, ha deciso di attribuire il “Premio Speciale della Giuria” al Commissario Tecnico della Nazionale Italiana, Roberto Mancini. La giuria, infine, accogliendo la proposta dell’USSI – Gruppo Abruzzese Giornalisti Sportivi, ha conferito uno specifico e altrettanto importante riconoscimento al giornalista Enrico Rocchi di TvSei e Radio California, che è stato premiato, per la circostanza, con l’opera Games 13 ideata e realizzata dall’artista Ester Crocetta.

Back to top button