Economia

DALLA UE OLTRE 47 MLD DI EURO ALLE REGIONI MERIDIONALI

L’Italia potra’ contare nel ciclo 2021-2027 su un totale di 75,315 miliardi di euro di Fondi strutturali e di investimento, tra risorse europee e cofinanziamento nazionale. In particolare, le risorse in arrivo da Bruxelles saranno pari a 43,127 miliardi di euro, comprensive di quelle destinate al Fondo per la Transizione Giusta (Just Transition Fund – JTF) e alla Cooperazione Territoriale Europea (CTE). Rispetto alla programmazione 2014-2020, le risorse a disposizione crescono di circa 10 miliardi, raggiungendo l’importo piu’ consistente nel confronto con i cicli precedenti. Alle regioni meridionali andranno 47,962 miliardi di euro. Sono i dati dell’accordo di partenariato per la programmazione dei fondi europei di coesione 2021-2027, firmato oggi. Il nuovo ciclo vedra’ alcune modifiche nella classificazione delle singole regioni. Infatti, sono considerate “in transizione” non solo l’Abruzzo, che si conferma in questa categoria, ma anche Umbria e Marche (precedentemente tra quelle “piu’ sviluppate”). Le regioni “meno sviluppate” sono quelle rimanenti del Mezzogiorno (Campania, Molise, Puglia
Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna), mentre le “piu’ sviluppate” comprendono quelle del Centro-Nord, con l’esclusione di Umbria e Marche.

Back to top button