Dalle Diocesi

DIOCESI DI SULMONA-VALVA, AL VIA SERIE DI INCONTRI IN ATTESA ALLA SETTIMANA SOCIALE DI TARANTO

In attesa della prossima Settimana Sociale dei cattolici italiani che si terrà il 21-24 ottobre a Taranto, la diocesi di Sulmona-Valva ha avviato una serie di incontri di preparazione.

L’evento delle Settimane Sociali, spiega la diocesi, serve a ricordare che la comunione di “fede e sociale” è la loro piena realizzazione. “In altre parole abitare una fede senza il confronto con la società in cui si vive, è un fideismo e parimenti un vivere il sociale senza una fede diviene un populismo fondamento di ogni ideologia e sopruso di potere”.

”Perciò, la Chiesa italiana, mediante questo evento, quest’anno giunto alla sua 49° edizione, vuole proprio riflettere e costruire una società fondata sulla giustizia, sulla verità e sul rispetto e amore reciproco. Un appuntamento fisso, allora, quello delle Settimane Sociali che guida un dialogo «vitale» tra fede e sociale,” continua la diosesi.

E continua:

“L’edizione 49° che si celebrerà a Taranto il prossimo 21-24 ottobre avrà come titolo il Pianeta che speriamo. I Vescovi, riprendendo il magistero di Papa Francesco, intendono riflettere sulla questione ambientale e la sua tutela non tanto partendo da un puro ecologismo ma, come appunto ci ricorda Papa Francesco nella Laudato Si’ da una «ecologia integrale» attenta al creato, al Creatore e alla creatura, l’uomo. È un cammino che tutte le diocesi sono chiamate a intraprendere; dapprima mediante percorsi propri, diocesani, e da questi in un cammino comune che permette di fare sintesi e ripartire verso un nuovo stile di vita.

Anche la nostra diocesi di Sulmona-Valva intende compiere questo percorso e prepararsi a vivere in maniera del tutto speciale il prossimo evento di Taranto. Perciò la Pastorale diocesana per il lavoro e il Progetto Policoro, in collaborazione con gli altri uffici pastorali diocesani, hanno voluto intraprendere, accogliendo l’invito del Vescovo Michele, questo cammino di dialogo e di riflessione che lo stesso Pastore sulmonese intende intraprendere con le diverse realtà sociali diocesane e non.

A fondamento di tale dialogo l’Instrumentum Laboris, cioè quel documento preparatorio affinché stimoli la riflessione e il dialogo tra le parti, edito dalla Conferenza Episcopale Italiana e che facilmente si può acquisire dal web. Accogliendo l’invito del Vescovo, allora, vogliamo proprio intraprendere questo cammino di ricerca e di dialogo, il giovedì sera alle ore 21, tenendo fisso, nel cuore e nella mente, che la questione sociale non è un’appendice della fede ma una concretizzazione di essa mediante la carità”.

Back to top button