Economia

ENTRA NEL VIVO IL PROGRAMMA “GOL” PER MIGLIAIA DI DISOCCUPATI ABRUZZESI

Entra nel vivo nella seconda fase il programma Gol (Garanzia di occupabilità dei lavoratori) della Regione Abruzzo. Verrà pubblicato domani, con possibilità di presentare le istanze dal giovedì 27, l’avviso pubblico per la costituzione del Catalogo dell’Offerta formativa legata alla realizzazione del programma. Rivolto alle società che sono state individuate, l’avviso si pone l’obiettivo di approvare una serie di percorsi formativi rivolti esclusivamente ai disoccupati abruzzesi. Si tratta per lo più di percorsi formativi che devono essere in linea con la profilazione che ogni singolo disoccupato ha avuto a seguito del colloquio con gli operatori dei Centri per l’impiego.

“La capacità di creare un percorso formativo personalizzato per ogni disoccupato è l’elemento forte del programma GOL – spiega l’assessore regionale alle Politiche del Lavoro Pietro Quaresimale -, che lo contraddistingue dai precedenti programmi tesi a favorire processi occupazionali. La costituzione del Catalogo – aggiunge Quaresimale – rappresenta un passaggio importante di un processo che vede al centro il disoccupato non più solo ‘censito’, ma inquadrato in base alle sue competenze e capacità professionali. L’inquadramento serve soprattutto ad indirizzare il disoccupato verso percorsi formativi compatibili con il proprio curriculum lavorativo e migliorativi delle capacità professionali”. E’ importante sottolineare che l’avviso contiene una sezione dedicata alla realizzazione di attività formative volte allo sviluppo delle competenze digitali, disponendo l’obbligo, per gli organismi erogatori, di presentare una o più proposte sul tema, già individuate nel bando stesso. “Entro dicembre – sottolinea Quaresimale – dobbiamo garantire il coinvolgimento nei percorsi formativi inseriti nel Catalogo che andremo a costituire di almeno 1.400 disoccupati: una cifra importante come è importante il numero di disoccupati, 7.200, che devono sostenere entro la fine dell’anno il colloquio al Centro per l’impiego per la profilazione”. I soggetti realizzatori devono presentare proposta di percorso formativo esclusivamente sulla piattaforma informatica sportello.regione.Abruzzo.it.

Back to top button