Dalle Provincie

GIULIANOVA, PRESENTATO IL NUOVO CENTRO SERVIZI PER LA FAMIGLIA

È stato presentato alla stampa, alla presenza dei rappresentati dei Comuni facenti parte dell’Unione “Le Terre del Sole”, il nuovo Centro Servizi per la Famiglia, ubicato in via Trieste n.171 a Giulianova.

Il Centro erogherà una serie di servizi qualificati di orientamento e supporto per le famiglie che ne avranno la necessità, coprendo 3 macroaree di intervento: educativa domiciliare per bambini e ragazzi, uno strumento fondamentale per prevenire l’istituzionalizzazione dei minori; uno spazio psicopedagogico e di mediazione per le famiglie; lo sportello Antiviolenza di ascolto e sostegno per le donne che temono di subire, subiscono o hanno subito violenza.

L’ equipe di specialisti impiegata nei vari servizi forniti dal Centro si compone di diverse figure professionali: psicoterapeuta cognitivo comportamentale dell’infanzia e dell’ adolescenza, psicoterapeuta della famiglia sistemico relazionale; pedagogista, assistente sociale; esperta in prevenzione e cura dell’abuso, psicologo clinico specializzato in parent training, pediatra; mediatori ed educatori.

Il Centro servizi per la Famiglia lavorerà in stretta sinergia con le assistenti sociali dei Comuni dell’Unione (Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Notaresco, Bellante, Mosciano Sant’Angelo e Morro D’Oro), le quali invieranno gli utenti al Centro e richiederanno un servizio specifico in base alle varie esigenze; in seguito all’ invio le assistenti sociali concorderanno insieme alla coordinatrice d’area del Centro Famiglia il progetto a misura dell’utente.

L’impostazione dei servizi domiciliari educativi recepisce al suo interno l’approccio e le indicazioni contenuti nelle Linee di indirizzo nazionali per ciò che concerne l’intervento con bambini e famiglie in situazione di vulnerabilità e la promozione della genitorialità positiva.

Di fondamentale importanza è anche il servizio dello Spazio Neutro, che garantisce lo svolgimento degli incontri protetti offrendo, in caso di richiesta, luoghi appositamente allestiti sia a Giulianova che a Roseto.

Nella seconda macroarea si individuano i servizi a favore della coppia genitoriale, che prevedono attività di supporto psicopedagogico ed educativo attraverso percorsi di sostegno psicologico e consulenze da parte di un’équipe di professionisti qualificati ed esperti.

Lo Sportello Antiviolenza del Centro, invece, è il luogo dove le donne vittime o a rischio di maltrattamento fisico o psicologico possono ricevere accoglienza, supporto e orientamento da parte di professionisti e consulenti attraverso l’accompagnamento in un percorso di uscita dalla situazione di violenza. Lo Sportello Antiviolenza opera con numero verde sempre attivo, colloqui su appuntamento e campagne di sensibilizzazione contro ogni tipo di violenza.

“È un giorno importante per tutti i comuni dell’Unione che potranno garantire alle famiglie del loro territorio un nuovo servizio che prevede il coinvolgimento di diverse figure professionali – dichiara il presidente dell’Unione Jwan Costantini – attraverso un percorso di sostegno psicologico e di consulenza per i nuclei familiari ed i minori e garantisce ascolto ed aiuto per le donne vittime di violenza”.

“Il Centro offre una serie di servizi di orientamento e supporto alle famiglie con minori che vivono situazioni di difficoltà – dichiara l’assessore alle Politiche Sociali Lidia Albani – fondamentali le aree in cui le diverse figure professionali andranno ad operare come quella educativa domiciliare, che è un servizio fondamentale perché previene l’istituzionalizzazione del minore con l’invio a casa dell’educatore domiciliare che si inserisce nel nucleo familiare e si attiva per risolvere la problematiche presenti. Altri due servizi importanti che il Centro fornirà sono la mediazione familiare ed lo Sportello Antiviolenza per le donne che subiscono o hanno subito violenza. Il Centro può contare su un’equipe di specialisti qualificati con psicoterapeuti dell’infanzia e dell’adolescenza, esperti in cura e prevenzione dell’abuso sui minori, assistenti sociali e mediatori che lavoreranno in sinergia con gli assistenti sociali dei comuni serviti”.

“Ringraziamo l’Unione che con l’apertura di uno sportello dedicato all’ascolto e all’assistenza alle donne che stanno vivendo situazioni di violenza offre un servizio di assoluta importanza per molti comuni della provincia teramana e dimostra grandi sensibilità ed attenzione alla problematica– dichiara la presidente della Cpo di Giulianova Marilena Andreani – soprattutto in questo anno, in cui la pandemia ha purtroppo fatto aumentare non solo i casi di maltrattamento ed abuso ma anche i femminicidi”.

(Foto: Comune di Giulianova / Facebook )

Back to top button