Dalle Diocesi

IL CARD. PAROLIN APRE LA “ONE HEALTH AWARDS” A TERAMO

Tre giorni di dibattiti, approfondimenti e riflessioni con scienziati, divulgatori, opinion maker e giornalisti che interagiranno tra loro e con l’opinione pubblica nel corso di incontri in programma al Teatro Comunale e all’università: al via domani il “One Health Award” che trasformerà Teramo nella capitale della ‘Salute unica’. Al centro il concetto secondo cui la salute umana è strettamente connessa alla salute animale e dell’ambiente.
“One Health One Earth, una sola salute un solo pianeta, è la parola d’ordine del nostro tempo segnato dalla pandemia e dalle minacce all’ecosistema”, dicono gli organizzatori. Una visione che si consolida in un modello sanitario basato sull’integrazione di discipline diverse – medicina umana, medicina veterinaria ed ecologia innanzitutto – per prevenire la diffusione delle malattie.
L’iniziativa, promossa dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise, andrà avanti fino a domenica. Sarà il Cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato della Santa Sede, con un video-intervento, domani, ad aprire l’evento. Poi spazio alla Lectio Magistralis del Ceo dell’American Society for Microbiology, Stefano Bertuzzi. Il vicedirettore generale della Fao, Maurizio Martina, sarà invece tra i protagonisti della tavola rotonda di sabato, dal titolo “One Health One Earth. La salute globale, Istituzioni e politica davanti alla sfida più grande”. La prima edizione di One Health Award si concluderà domenica con l’incontro “Cibo e salute globale” che vedrà dialogare la direttrice del Tg1, Monica Maggioni, e Niko Romito, lo chef tre stelle Michelin sostenitore del ruolo sociale dell’alimentazione.
“Un grande evento scientifico e allo stesso tempo divulgativo che farà di Teramo il centro della Salute Unica – afferma il direttore dell’Izs, Nicola D’Alterio – È nel Dna del nostro Istituto lavorare secondo l’approccio One Health, dagli interventi connessi al terremoto di L’Aquila al grande impegno profuso per contrastare il Covid-19. L’obiettivo di One Health Award è quello di promuovere con forza un cambio di passo radicale per prevenire la diffusione delle malattie attraverso l’integrazione di medicina umana, medicina veterinaria ed ecologia”.

Back to top button