Dalla Regione

IL MARE ABRUZZESE INVASO DALLA PLASTICA

Elevata la quantità di rifiuti marini spiaggiati lungo le coste Italiane. Nel periodo 2015-2020 il valore mediano è pari a 409 ogni 100 metri di spiaggia. Un terzo dei rifiuti marini è rappresentato da oggetti monouso in plastica. Le concentrazioni maggiori nella sotto regione marina del Mar Adriatico (535) e del Mediterraneo occidentale (427), quelle minori nel Mar Ionio e nel Mediterraneo Centrale (250). Tra il 2015 e il 2020 l’Emilia- Romagna e la Campania registrano le riduzioni più marcate, Friuli-Venezia Giulia e Abruzzo gli incrementi più consistenti. Sono i dati emersi dal Rapporto Istat sui Sustainable Development Goals (SDGs) dell’Agenda 2030.

Back to top button