Dalla Regione

IN ABRUZZO CRESCE LA DIFFERENZIATA DEGLI IMBALLAGGI

Oltre 109mila tonnellate di rifiuti di imballaggio (109.289) sono state differenziate in Abruzzo durante il 2019, anche grazie agli accordi sottoscritti tra i Comuni della Regione e Conai. Un dato importante, che fa registrare un +5,3% rispetto al 2018 (103.793) e che permette alla Regione di aumentare ulteriormente il numero di imballaggi recuperati. Lo rende noto Conai nel tracciare bilancio e consuntivo delle performance green del Paese nella raccolta degli imballaggi. Nel dettaglio, nel corso del 2019 i cittadini dell’Abruzzo hanno conferito 6.788 tonnellate di acciaio, 308 di alluminio, 34.740 di carta, 978 di legno, 23.640 di plastica e 42.834 di vetro. Per coprire i maggiori oneri della raccolta differenziata, Conai, sempre nel 2019, ha trasferito ai Comuni dell’Abruzzo oltre 12 milioni e 927mila euro. Una cifra in crescita quasi 4 punti percentuali rispetto agli oltre 12 milioni e 436mila euro ricevuti nel 2018. I dati pro-capite rivelano che gli abitanti si sono assestati su numeri importanti soprattutto nei conferimenti di carta: ogni abitante della Regione ha conferito al sistema Conai una media di 28,24 kg di imballaggi in questo materiale, contro i 23,22 kg di media nazionale e i 20,26 kg di media nelle Regioni del Sud Italia. Anche i dati pro-capite dell’acciaio e dell’alluminio in Abruzzo mostrano un trend positivo. I cittadini abruzzesi hanno infatti conferito una media di 6,67 kg di imballaggi in acciaio a fronte dei 3,79 nazionali e dei 2,9 della macro-area del Sud, e una media di 0,47 kg di imballaggi in alluminio contro i 0,46 a livello nazionale e i 0,31 del Sud.

Back to top button