Dalla Regione

IN ABRUZZO RECORD DI RICOVERI IN TERAPIA INTENSIVA, ALTRI 24 MORTI

L’Abruzzo registra il record di pazienti ricoverati in terapia intensiva: sono 78, dato che supera quelli registrati nei giorni più duri di novembre. Due in più, rispetto a ieri, le persone in rianimazione, al netto di decessi, dimissioni e dodici nuovi accessi. Il tasso di occupazione dei posti letto sale così al 38,8%, a fronte di una soglia di allarme del 30%. In area medica, invece, ci sono 595 pazienti (+2): anche in questo caso il tasso di occupazione è del 39% circa, ma rispetto ad un valore limite pari al 40%. Si registrano, inoltre, 24 decessi, uno dei dati più alti di sempre: 20 riguardano la provincia di Pescara. Intanto altri sei comuni finiscono in zona rossa per effetto di un’ordinanza del governatore Marco Marsilio. Sono tutti nell’Aquilano: Ateleta, Pacentro, Campo di Giove, Cansano, Rocca Casale e Ortona dei Marsi. Lo rende noto lo staff del presidente della Regione. Già sono in zona rossa dallo scorso 14 febbraio le province di Pescara e di Chieti. Sono 322 i nuovi casi accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall’analisi di 4.081 tamponi molecolari: è risultato positivo il 7,89% dei campioni. Alla luce dei dati odierni, la provincia di Pescara torna la prima in Abruzzo per numero di casi complessivi dall’inizio dell’emergenza, in tutto 13.111. Nel Pescarese, negli ultimi giorni, il virus dilaga a causa della diffusione della variante inglese, responsabile del 70% dei contagi. I decessi segnalati nell’ultimo bollettino sono 24, 13 dei quali relativi ai giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl. Si tratta di persone di età compresa tra 60 e 96 anni: una in provincia di Chieti, tre in provincia di Teramo e 20 in provincia di Pescara. Il bilancio delle vittime sale a 1.652 I nuovi positivi hanno età compresa tra uno e 94 anni. Quelli con meno di 19 anni sono 62: quattro in provincia dell’Aquila, 17 in provincia di Pescara, 18 in provincia di Chieti e 23 in provincia di Teramo. Gli attualmente positivi sono 12823 (-149 rispetto a ieri) e i guariti 37.289 (+447). Oltre ai 673 ricoverati, ci sono 12.150 persone (-154) in isolamento domiciliare. Nelle ultime ore sono stati eseguiti anche 4.339 test antigenici. La località con più nuovi casi è ancora una volta Pescara (50). A livello provinciale, l’incremento più consistente si registra proprio nel Pescarese (+137), seguito dal Teramano (+84), dal Chietino (+76) e dall’Aquilano (+27).

Back to top button