Turismo e Sport

LA STRADA PERCORSA DAI MINATORI DIVENTA SENTIERO

Oltre tre chilometri nel comune di Lettomanoppello che i minatori percorrevano ogni giorno, fra il 1840 e il 1956, e che si snodano da Largo Assunta, verso i siti minerari come la Miniera di Santa Liberata, la Galleria del Ponte e la Miniera Iconicella: è il percorso del progetto “Sentiero dei Minatori” che verrà inaugurato il 26 giugno.

Il progetto è stato presentato il 29 maggio, nell’ambito delle manifestazioni previste per la Giornata Nazionale delle Miniere. L’inaugurazione avverrà convisite guidate, itinerari geoturistici, seminari, presentazioni di libri e conferenze, mostre fotografiche, concerti, laboratori didattici per ragazzi, spettacoli teatrali a tema, alla presenza della Regione Abruzzo, del Parco Nazionale della Majella, dell’Ordine dei Geologi della Regione Abruzzo, della SIGEA e del GRAIM. 

“Geologia e turismo – si legge nel sito Abruzzo Turismo – rappresentano un nuovo scenario del turismo sostenibile; sempre più numerosi sono gli appassionati di siti di interesse geologico, geomorfologico, geoarcheologico che coinvolgono il territorio, la sua storia, la sua trasformazione e guardano con interesse crescente le meraviglie del Parco Nazionale della Maiella, novello Geoparco Unesco.

“Attraverso un’apposita cartellonistica si ripercorrerà il cammino che per circa un secolo, ‒ continua il sito – centinaia di persone impegnate nell’estrazione del bitume dalla roccia calcarea, hanno percorso a piedi o con l’aiuto dei muli, osservando i binari a scartamento ridotto del trenino e i vagoni che trasportavano la roccia fino a Scafa,  attraverso un patrimonio minerario dismesso finalmente fruibile attraverso lo studio dei materiali rocciosi, la pulizia del sentiero, l’installazione di gradini in legno per agevolare il percorso, il posizionamento di staccionate, e di pannelli informativi e descrittivi con Qr-Code per gli approfondimenti video che raccontano della vita degli uomini e delle donne nel duro lavoro di estrazione e lavorazione del bitume grazie al contributo del Graim (Gruppo di ricerca archeologica industriale della Maiella)”.

(Foto: Presentazione del progetto, comune di Lettomanoppello / Facebook)

Back to top button