Dalle Provincie

L’AQUILA, IL CONSIGLIO COMUNALE A TAPPE FORZATE PER ELIMINARE GLI ARRETRATI

“Con l’adunanza odierna, al momento, non rimangono atti amministrativi o delibere ancora da discutere, pertanto l’operatività di questo Consiglio comunale ha consentito di eliminare gli arretrati. È stato possibile raggiungere questo primo obiettivo grazie alla realizzazione di un calendario condiviso con i vari gruppi consiliari, in base al quale con cadenza sistematica, il consiglio comunale si riunisce con certezza ogni secondo lunedì del mese”.

E’ quanto sottolineai il presidente del consiglio comunale dell’Aquila, Roberto Santangelo.

“Nella seduta di oggi- prosegue – è importante evidenziare che l’assise ha dato voto favorevole alla proposta di una delibera che prevede la stipula di una convenzione tra il Comune e la Provincia dell’Aquila per la gestione associata dello sfalcio dell’erba sui cigli delle strade provinciali che ricadono nel territorio comunale, consentendo la razionalizzazione del servizio, l’aumento del decoro cittadino e la sicurezza stradale per tutti i fruitori delle nostre strade. Il secondo atto di cui ci sentiamo di rimarcarne l’importanza è un ordine del giorno che impegna l’amministrazione comunale a richiedere, presso le autorità competenti governative, una moratoria nei confronti delle società che gestiscono le forniture di gas ed energia elettrica sulla sospensione delle esose bollette che arriveranno, per almeno sei mesi, in modo da evitare la chiusura di migliaia di aziende ed attività, evitando un cortocircuito economico che farebbe entrare il paese in una gravissima recessione economica. Sono state anche discusse altre delibere inerenti la pianificazione territoriale di piccola scala, oltre ad alcune interrogazioni e mozioni. È importante in conclusione ricordare che questa presidenza intende dare spazio a tutti i consiglieri comunali, nel rispetto della massima pluralità, convinto che questa sia la massima assise del capoluogo di regione, nella quale discutere le principali proposte per il bene della città dell’Aquila”.

Back to top button