Dalle Provincie

L’AQUILA, NUOVO LOOK PER PIAZZA DUOMO GRAZIE AL PNRR

Inizia il percorso che condurrà alla realizzazione della riqualificazione di Piazza Duomo. È stato pubblicato questa mattina il bando per l’indizione della procedura aperta di assegnazione dei lavori, che verranno aggiudicati secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, il cui importo supera i 5,2 milioni di euro a valere sulle risorse del Fondo complementare al Pnrr per le aree colpite dal sisma 2009 e del centro Italia.

“Quello di Piazza Duomo è un tassello determinante nel programma di rigenerazione urbana attuato dall’amministrazione. – commentano il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, e il vice sindaco con delega alla Ricostruzione dei Beni pubblici, Raffaele Daniele – Oltre alla nuova pavimentazione e alla nuova illuminazione le opere previste comporteranno la valorizzazione dell’intera area, per secoli luogo di scambi commerciali e culturali della nostra città e che tornerà ad essere uno spazio a servizio della comunità. Con gli interventi per la nuova pavimentazione, che inizieranno dopo l’estate, e quelli su Piazza Duomo, che dovranno necessariamente essere affidati entro la fine dell’anno e su cui abbiamo a gennaio registrato il parere favorevole da parte della Soprintendenza, il fulcro della vita cittadina è destinato ad essere migliorato, reso ancor più fruibile e attrattivo per cittadini e turisti”.

L’ufficio stampa del Comune dell’Aquila
Il presente messaggio, corredato dei relativi allegati, contiene informazioni confidenziali e riservate, tutelate legalmente dal Regolamento UE n.679/2016 e da leggi civili e penali in materia, ed è destinato esclusivamente al destinatario sopra indicato, il quale è l’unico autorizzato ad usarlo, copiarlo e, sotto la propria responsabilità, diffonderlo. Chiunque ricevesse questo messaggio per errore o comunque lo leggesse senza esserne legittimato è pregato di rinviarlo immediatamente al mittente, distruggendone l’originale, ed è avvertito che trattenerlo, copiarlo, divulgarlo, distribuirlo a persone non autorizzate costituisce condotta punibile penalmente ai sensi degli artt.616 e 618 c.p.p. e che tutti i danni che dovessero derivare, al mittente o a terzi, a causa di tale illecita condotta saranno oggetto di tutela risarcitoria ex art.2043 c.c. dinanzi alla competente autorità giudiziaria.

Back to top button