Turismo e Sport

LICENZIATO ALL’UNANIMITÀ UN PROGETTO DI LEGGE PER LE IMPRESE DEL TURISMO ABRUZZESE

È stato licenziato all’unanimità dalla III Commissione il progetto di legge recante ‘Misure a favore delle imprese, con particolare riguardo al settore della ristorazione, a quello turistico-alberghiero, alle filiere ad essi correlate operanti sul territorio della Regione Abruzzo’, la suddetta misura destina risorse pari a 10 milioni di euro ai settori della somministrazione che hanno avuto perdite notevolissime dalle ripetute chiusure”. Lo dichiara Emiliano Di Matteo (Lega), presidente della III Commissione consiliare “Agricoltura, Sviluppo economico e Attività produttive”.

E aggiunge: “Il progetto di legge costituisce una boccata d’ossigeno per imprese duramente colpite dalle misure di chiusura e verrà portato in Aula alla prossima seduta consiliare e prevede una procedura semplificata in quanto verrà gestita direttamente dalla Fi.R.A., partecipata finanziaria della Regione Abruzzo, che ha previsto 5 strumenti da attivare singolarmente, congiuntamente o alternativamente: un fondo “Piccolo prestito”: erogazione di prestiti diretti a tasso zero, di importo non superiore a 15.000 euro, della durata di 5 anni di cui 24 mesi di ammortamento; un fondo per l’erogazione di contributi a fondo perduto finalizzati all’abbattimento del tasso di interesse dei prestiti; un fondo per la ricapitalizzazione delle Mpmi attraverso la partecipazione al capitale di rischio e/o attraverso il prestito partecipativo; un fondo di Venture/Seed capital per le start-up; un fondo rotativo di garanzia e/o co-garanzia regionale da assegnare ai confidi operanti in Abruzzo che garantisce fino al 100 per cento i finanziamenti bancari – prosegue Di Matteo – Ringraziamenti sentiti alle opposizioni che hanno consentito di licenziare il testo in un’unica seduta e a Giacomo D’Ignazio, presidente Fi.R.A., e alla struttura tutta per la collaborazione e disponibilità nel concordare questo pacchetto di misure economiche di fondamentale importanza per la ripartenza di medie e piccole impresi abruzzesi” conclude Di Matteo.

Back to top button