Dalla Regione

L’UNIVERSITÀ D’ANNUNZIO DICE DI NO ALLA MAFIA

Un lenzuolo bianco per dire di no alla mafia: l’Università degli Studi “Gabriele d’Annunzio” di Chieti-Pescara aderisce a “Un lenzuolo contro la mafia”,la manifestazione promossa dalla “Fondazione Falcone” in occasione del 29°anniversario delle stragi di Capaci e di via D’Amelio.

Il Rettore, Sergio Caputi, ha accolto l’invio della professoressa Maria Falcone, presidente della Fondazione,che, nella impossibilità di poter organizzare qualunque forma di manifestazione in presenza,ha chiesto anche agli Atenei italiani di esporre nelle proprie sedi un lenzuolo bianco, il simbolo scelto per segnalare la propria presenza da remoto aquesta importante iniziativa. Su indicazione del Rettore, il Direttore Generale dell’Ateneo, Giovanni Cucullo, ha disposto la collocazione di lenzuoli bianchi presso la sede del Rettorato a Chieti, presso la sede del campus universitario di viale Pindaro a Pescara, presso il Museo Universitario di Chietie, per il doppio valore simbolico che riveste in questa fase di emergenza, anche al “PalaUd’A”,che oggi è uno dei principali centri vaccinali anti COVID dopo esser stato anche centrotra i più attivi perla somministrazione dei tamponi.

“Abbiamo deciso di aderire all’invito che la professoressa Falcone qualche giorno fa ha indirizzato a tutti i Rettori d’Italia – spiega il Rettore, Sergio Caputi – per l’alto valore simbolico e la grande importanza civica che questa manifestazione riveste. Penso sia unsegnale importante perchéracchiude il sentimento comune di tutti i nostri studentie di tutto il personale docente e non docente dell’università“Gabriele d’Annunzio”.

“Pur essendo un giorno di chiusura per le strutture dell’Ateneo la nostra adesione sarà ben visibile e lo sarà in modo particolare – sottolinea il Rettore Caputi – perché, oltre che nelle sedi dei Campus universitari di Chieti e di Pescaraed oltre al Museo universitario, abbiamo deciso di mettere un lenzuolo bianco anche all’esterno del ‘PalaUd’A’,che è il simbolo della partecipazione attiva della “d’Annunzio” allo sforzo straordinario che tutta la nazione sta facendo per uscire al più presto dalla pandemia”

Back to top button