Dalla Regione

MARSILIO, “IL PIANO VACCINALE VA AVANTI”

Nella giornata in cui AstraZeneca è stato sospeso “ci siamo ritrovati a dover mandare a casa le persone. Abbiamo riconvertito l’organizzazione vaccinale concentrandoci sulle dosi di Pfizer e Moderna. La campagna è andata avanti, l’Abruzzo ancora oggi è una Regione che è tre o quattro punti sopra la media nazionale di somministrazione. Come tutte le Regioni, se ci arrivano i vaccini siamo in grado di somministrarli, anche in tempo breve”. Lo ha detto a “Start” su Skytg24, il presidente della regione Abruzzo Marco Marsilio, parlando dello stato della campagna vaccinale nella sua Regione dopo lo stop ad AstraZeneca.

“Abbiamo chiuso un accordo con i medici di medicina generale – ha aggiunto Marsilio -, altrettanto stiamo facendo con i farmacisti. Abbiamo già attivato un centinaio di punti di somministrazione vaccini, che con i medici di medicina generale si possono addirittura moltiplicare. Se avessimo i vaccini saremmo in grado in qualche settimana di poter raggiungere una quota consistente di abruzzesi e creare un’immunità diffusa, che può consentire una diversa gestione della pandemia”.

Back to top button