Turismo e Sport

NASCE IL “MOVIMENTO TURISMO DELL’OLIO”, L’ABRUZZO NELLA BOARD ALLA GUIDA

Il binomio olio evo e turismo trova finalmente una ’casa’, anzi una vera e propria locomotiva pronta a sfrecciare in tutta Italia. È stato infatti firmato ufficialmente ieri, a Roma, presso la Sala Api del Grand Hotel Palace di via Veneto, l’atto costitutivo del nuovo consorzio nazionale “Movimento Turismo dell’Olio” (Mto).

Lo scopo della nuova realtà è la promozione degli straordinari territori olivicoli del Bel Paese e la valorizzazione della cultura dell’olio extravergine d’oliva italiano. La board dei consorziati è attualmente capitanata da Abruzzo, Puglia, Umbria, Calabria e Lombardia.

Il futuro del Movimento Turismo dell’Olio, secondo Vittoria Cisonno, ideatrice e direttrice del Mto nazionale, si articola su quattro parole chiave: sostenibilità, nuove tecnologie, in-formazione, fare rete: “Oggi finalmente siamo pronti per avviare un lavoro sinergico che rispetti le regole che sono alla base di questa start up. Il comparto produttivo oleicolo italiano si è dimostrato pronto ad accogliere la realizzazione di un sogno, un progetto che coltivavo da tempo. E oggi finalmente siamo pronti per avviare un lavoro sinergico che rispetti le regole che sono alla base di questo progetto. La sostenibilità in primis, perché vogliamo dare impulso a iniziative green ed ecosostenibili per promuovere l’oleoturismo come modalità di turismo slow”. “

“L’utilizzo delle nuove tecnologie, perché i canali digitali sono lo strumento più importanti per la promozione dell’oleoturismo, e vanno sfruttati al meglio. Un sito per la promozione dell’extravergine e la commercializzazione di esperienze oleoturistische, video emozionali, pianificazione sui social network saranno dunque il cuore della campagna marketing con cui racconteremo il Movimento Turismo dell’Olio,” ha aggiunto.

“E poi ancora informazione, perché la chiave di tutto è formare e informare i consumatori ma anche i singoli operatori, aiutandoli a costruire una proposta interessante. E, in conclusione, fare rete, perché fondamentale sarà unire pubblico e privato per costituire un coordinamento tra Mtv, Mto, Città del Vino, Città dell’Olio e una rete di ristoratori per dialogare come un’unica voce con le istituzioni locali e nazionali”, ha concluso la neo direttrice Vittoria Cisonno.

Back to top button