Dalle Provincie

NEL WEEKEND LA 9° EDIZIONE DEL CIRCUITO DI AVEZZANO

Avezzano e la Marsica pronte ad accogliere le 84 auto d’epoca che animeranno la 9^ edizione del Circuito di Avezzano, in agenda il primo week-end di luglio, con evento clou, sabato, sul nuovo percorso cittadino: quest’anno, infatti, le splendide e grintose auto sportive del passato si daranno battaglia, in una gara di regolarità, attorno a piazza Torlonia, il Castello Orsini e il Municipio, con punto di partenza il palazzo Torlonia. 

Alle 21,30 in punto, tra le consuete due ali di folla, le auto d’epoca anteguerra, sport barchetta e spider del Circuito di Avezzano organizzato dell’Abruzzo Drivers Club, -istituzionalizzato dalla prima amministrazione Di Pangrazio e inserito tra i dieci eventi del “Circuito Tricolore” Asi- faranno rivivere una serata d’altri tempi alle migliaia di appassionati del motorismo storico.

Il circuito in notturna della manifestazione, patrocinata dai Ministero del Turismo e della Cultura, la Regione, il Comune di Avezzano e la Fondazione Carispaq, rappresenta la ciliegina sulla torta del Circuito città di Avezzano alla scoperta di borghi, paesaggi ed eccellenze lungo la via Tiburtina Valeria, con partenza quest’anno dal sito archeologico di Alba Fucens. E’ questo il filo conduttore dell’evento ideato dal patron Felice Graziani, subito sponsorizzata dal sindaco Di Pangrazio, che anno dopo anno allarga i confini con l’intento di fare gioco di squadra.

“Il circuito di Avezzano”, ha affermato Di Pangrazio, alla presentazione in piazza Torlonia, con al fianco l’assessore Pierluigi Di Stefano e il consigliere delegato alla protezione civile, Maurizio Seritti, “proietta la Città e la Marsica al di fuori dei confini con ricadute in chiave di promozione turistica per le bellezze storiche, culturali e ambientali del nostro splendido territorio”. Sulla bontà del gioco di squadra spinto dal sindaco di Avezzano, a partire dal parlamentino, hanno battuto anche i primi cittadini Enzo Di Natale e Antonio Paraninfi, e l’assessore Chiara Nanni di Tagliacozzo (il sindaco di Massa D’Albe, Nazzareno Lucci, era assente per impegni). “Grazie al sindaco di Avezzano”, ha esordito Paraninfi, “che coinvolge sempre il territorio in ogni occasione”. Per il collega Di Natale, “questa manifestazione è un’eccellenza: unirla a un discorso di valorizzazione del nostro territorio”, ha sottolineato il sindaco del paese balzato agli onori della cronaca nazionale per i murales, “è un qualcosa di veramente importante”. Quest’anno la manifestazione aprirà anche l’estate tagliacozzana: “Il circuito di Avezzano, che incarna ciò che dovremmo fare tutti”, ha annunciato l’assessore Nanni, “ovvero il gioco di squadra, è il primo evento dell’estate a Tagliacozzo”. Musica per le orecchie di Graziani che, dopo aver ringraziato il grande gioco di squadra di tutti coloro che contribuiscono alla riuscita dell’evento e ricordato un grande sostenitore della manifestazione, il giornalista e amico, Paolo Guadagni, ha assicurato il massimo impegno per il futuro. “Il sostegno delle istituzioni e delle persone”, ha detto, “rappresentano un grande onore e uno stimolo in più per continuare il lavoro e spingere il Circuito Città di Avezzano sempre più in alto”. 

Scatta il conto alla rovescia, quindi, per l’edizione n. 9 della manifestazione, con partenza venerdì, alle 16, ad Alba Fucens, dove la carovana del motorismo storico muoverà verso Aielli, per ammirare i murales e la costituzione Italiana trascritta su un muro dagli allievi del liceo artistico che ha inaugurata dal Ministro Dario Franceschini.

Il sabato mattina partenza alla scoperta dei territori tra Abruzzo e Lazio, terra di briganti e di boschi incontaminati con prima sosta a Oricola, all’ombra del castello, per poi raggiungere Tagliacozzo ad ammirare la splendida piazza dell’Obelisco e il patrimonio storico culturale della cittadina turistica marsicana. Alle 18 le splendide auto d’epoca raggiungeranno il capoluogo della Marsica -esposizione in piazza Torlonia- per affrontare la sfida finale in notturna girando attorno a piazza Torlonia, castello Orsini e Municipio affollate di appassionati. 

Nella nona edizione, dove partecipano 84 equipaggi da 8 nazioni, spiccano un’Alfa Romeo RL Targa Florio del 1924 alla partenza con il numero uno, seguita da una 8c Botticella e da una Mercedes 260 SSK del 29 fresca di restauro. Oltre 40 sport barchetta alla partenza, molte con passato storico, come ad esempio una rarissima Osca Maserati 372 F2, e una Lancia Aprilia Paganelli del 1948. Nella categoria delle spider spiccano una Alfa Romeo 1900 C Sprint Cabriolet e una Jaguar E type 5.3 ots alla prima uscita nazionale.

Back to top button