Dalla Regione

NUOVA CENTRALE DEL 118 A L’AQUILA

 L’obiettivo è arrivare all’apertura del cantiere entro fine anno, ricorsi eventuali permettendo. Quel che è certo è che la centrale del 118 con eliporto e hangar presso l’ospedale San Salvatore dell’Aquila è, di fatto, realtà.
Il progetto è stato approvato e ora parte anche la fase di messa in gara per una postazione attesa dal 2010 e cioè da quando, dopo il sisma 2009, la Regione Emilia Romagna, attraverso l’Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile regionale, stanziò con una convenzione 2 milioni e 100 mila euro per la sua realizzazione. “Si tratta di un’opera troppo a lungo attesa”, ha esordito il presidente della Regione Marco Marsilio questa mattina nel corso della conferenza stampa convocata nel Capoluogo per presentare il progetto. Un ringraziamento particolare Marsilio lo ha rivolto al presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini che ha deciso di confermare il finanziamento seppur “avrebbe avuto molte ragioni per non farlo”, ha aggiunto sottolineando che quei fondi oggi più che avrebbe potuto decidere di utilizzarli per altro data l’emergenza Covid. Un iter, quello per la realizzazione della postazione, che si è “incagliato diciamo per ragioni burocratiche”, ha aggiunto il presidente della Regione, specificando che si è in realtà trattato di un progetto diventato nel tempo “faraonico” vedendo crescere nel tempo le previsioni di spesa.

Poi – ha quindi proseguito in riferimento all’insediamento della sua Giunta – è arrivato qualcuno che ha fatto i conti con la realtà e le esigenze dei territori, impegnando la Asl a rivalutare il progetto”, quello ora approvato, che vedrà un investimento complessivo 4 milioni e 84 mila euro a fronte dei quasi 8 cui si era arrivati. La postazione del 118 sarà quindi finanziata dunque interamente con fondi donati dalla Regione Emilia Romagna e dal milione e 900 mila euro “che fa parte – ha ricordato – dei 3 milioni che la Banca d’Italia ha donato alla Regione per affrontare l’emergenza sanitaria, partendo dalla rete Covid. Una parte è stata utilizzata per il completamento dell’ospedale Covid di Pescara e quasi due terzi vanno invece a finanziare questa centrale 118”.
“Questa è una delle operazioni che stiamo portando a casa e che dimostrano quanto sia efficiente la gestione della Asl 1”, ha concluso ringraziano i presenti alla conferenza stampa ovvero l’assessore regionale alla Sanità Nicoletta Verì, gli assessori regionali Guido Liris ed Emanuele Imprudente, il vice presidente del Consiglio regionale Roberto Santangelo, il sindaco della città de L’Aquila Pierluigi Biondi e il direttore generale della Asl 1 Ferdinando Romano. 

Back to top button