Cultura e Natura

RIAPRONO FINALMENTE LE BIBLIOTECHE REGIONALI

Esprimiamo soddisfazione per la più volte auspicata riapertura delle biblioteche regionali completamente chiuse da inizio pandemia (salvo una breve parentesi con capienza e orari ridottissimi) nonostante tutte le sollecitazioni rivolte al Presidente Marsilio e alla sua giunta rimaste inascoltate fino ad oggi”. Così in una nota Paolo Antonelli e Luca Guerrini, rispettivamente responsabili scuola e università dei Giovani Democratici d’Abruzzo.
“Già più volte avevamo chiesto alla Giunta regionale di centrodestra di tornare a erogare un servizio degno di questo nome alle tante studentesse e ai tanti studenti abruzzesi che per 18 mesi non hanno avuto un luogo in cui studiare- ricorda il segretario regionale, Claudio Mastrangelo- Al nostro sit-in del 3 giugno sotto la ex biblioteca provinciale di Pescara e al comunicato congiunto dei GD e del PD col responsabile cultura Lino Guanciale, il governo della Regione non aveva fatto seguire alcun atto nel senso di una riapertura anche parziale degli spazi di cultura e aggregazione. Ora, anche dopo gli emendamenti dei consiglieri Silvio Paolucci e Antonio Blasioli presentati con una conferenza stampa il 6 agosto, finalmente la Regione si impegna, anche se con un colpevolissimo ritardo- incalza- con la riapertura delle scuole alle porte e la sessione diesami universitari praticamente conclusa: saremo vigili affinché seguano fatti concreti. Grazie ai nostri consiglieri regionali e ai Giovani Democratici Gileno, Verrigni, Antonelli e Guerrini che hanno tenuto alta l’attenzione sulla vicenda”.

Back to top button