Dalla Regione

SULMONA NON SI FERMA: “CONTINUIAMO A LOTTARE A DIFESA DEL TRIBUNALE”

“Non ci fermiamo: continuiamo a lottare a difesa del tribunale. La città di Sulmona è scesa in piazza questa mattina davanti al palazzo di Giustizia, insieme ai sindaci dei Comuni della circoscrizione afferente il presidio giuridico peligno, alle consigliere regionali, alla senatrice sulmonese, al presidente dell’Ordine degli avvocati, alla Procura, al vescovo, ai sindacati, agli ordini professionali, ai vari portatori di interesse collettivo”. Lo ha affermato sabato la sindaca di Sulmona, Annamaria Casini.

“Ringrazio tutti coloro che oggi sono intervenuti in questa partecipata manifestazione, che si è svolta in maniera istituzionale e statica nel rispetto delle norme anticovid, in concomitanza con le città di Avezzano, Lanciano e Vasto. – ha continuato – Tutti insieme abbiamo rimarcato che non siamo stanchi di lottare per difendere il nostro tribunale e i nostri servizi di prossimità, che realmente garantiscono i diritti di cittadinanza, sui quali oggi si devono concentrare tutte le forze politiche nelle prossime riforme”.

“Occorre oggi ottenere una proroga politica immediata al 2024, atto necessario e dovuto, vista anche la prossima riapertura e lo stremo in cui versano le nostre comunità sotto il profilo sociale ed economico,” ha proseguito. “Una proroga però non affatto scontata, ma necessaria per avere il tempo di partecipare alla revisione della geografia giudiziaria. Oggi Sulmona ha risposto massicciamente e ha ribadito la contrarietà all’assurda decisione di voler chiudere i nostri tribunali, per far giungere un’unica forte voce a Roma e sostenere l’azione dei nostri parlamentari, perché riescano a portare a casa il risultato, con la forza politica che sapranno imprimere alle nostre istanze contro il volere di pochi tecnocrati, istanze che sono quelle di tutto l’Abruzzo meridionale che conta circa e di 1/3 della popolazione regionale, nello specifico circa 400.000 abitanti”.

Back to top button