Dalla Regione

TERZO SETTORE, AL VIA LE DOMANDE DI SOSTEGNO AI PROGETTI

Sono aperte le domande per l’associazionismo e il volontariato del Terzo settore per ottenere l’erogazione di contributi per finanziare progetti specifici. Lo ha reso noto l’assessore regionale alle Politiche sociali, Pietro Quaresimale, dopo che sul Burat e sui siti regionali di riferimento è stato pubblicato l’avviso.

“La Regione- spiega Quaresimale- mette a disposizione del Terzo Settore 1,5 milioni di euro, una delle poste più alte riservate negli ultimi anni a questo genere di attività. Si tratta di un impegno voluto fortemente da questo assessorato e sottoscritto dalla Giunta regionale in un periodo di grande importanza per l’associazionismo del Terzo settore chiamato a politiche straordinarie di intervento a causa della perdurante emergenza sanitaria. Con il fondo nazionale di oltre 2 milioni di euro- chiarisce l’assessore alle Politiche sociali- abbiamo deciso di impegnare 600 mila euro per lo scorrimento della precedente graduatoria e di destinare il restante 1,5 milioni di euro al bando 2021”.

Su questo aspetto e sul valore dell’emergenza Covid, l’assessore Quaresimale sottolinea che “l’avviso prevede una speciale premialità in favore di quei progetti che prevedano azioni di sostegno della fase di emergenza e post emergenza Covid, a conferma dell’attenzione che la Regione vuole riservare al mondo del volontariato e dell’associazionismo che opera per assorbire, dal punto di vista sociale, gli effetti della pandemia”.

Le domande possono essere presentate da organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e, per la prima volta, fondazioni del terzo settore, tutti soggetti che devono essere iscritti agli albi nazionali di riferimento alla data di pubblicazione dell’avviso. “La Regione – conclude Quaresimale – finanzierà i progetti da un minimo di 20 ad un massimo di 50 mila euro, fatto salvo che almeno il 10% del valore economico del progetto dovrà essere cofinanziato”. Le domande potranno essere presentate da domani fino al 30 aprile 2021 esclusivamente sulla piattaforma sportello digitale Regione Abruzzo alla voce Catalogo Servizi-sezione Sociale. L’accesso alla piattaforma è ammesso solo con Spid di livello 2

Back to top button