Dalla Regione

TUTTI I PARTITI CONCORDANO: PROROGARE LE ATTIVITÀ DEI 4 TRIBUNALI VICINI ALLA SOPPRESSIONE

wooden gavel on table in courtroom

“Tutti i partiti presenti nel parlamento Italiano hanno riconosciuto e raccolto le ragioni oggettive per prorogare, oltre la scadenza del 14 settembre 2022, l’attività degli organi giudiziari di Avezzano, Lanciano, Sulmona e Vasto”. Lo annuncia la Provincia de L’Aquila in una nota, sottolineando che la volontà delle forze politiche è emersa giovedì durante riunioni programmate dalla delegazione Abruzzese, formata dai Presidenti delle Province di Chieti e L’Aquila, i Sindaci dei comuni interessati, i presidenti degli ordini degli avvocati dei presidi, incontrando le forze di rappresentanza politica.

“Sono state evidenziate tutte le criticità che possono derivare dalla soppressione di questi indispensabili presidi di legalità, – continua la nota – ad iniziare dalla difficoltà di tanti cittadini costretti a lunghi percorsi per i giudizi, alla carenza di personale e sedi idonee per accorpare i carichi di lavoro, la vicinanza con regioni ad alto rischio di infiltrazioni malavitose, unitamente a una ancora scarsa ripresa economica derivante dalla condizione pandemica provocata dalla Sars-Cov2 e dai sismi del 2009 e 2016”.

“La soppressione di importanti presidi di legalità – dichiara il Presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso -, provocherebbe danni gravi al sistema economico e sociale delle aree interne, considerato che il territorio della nostra Provincia ha una estensione tale da rendere quasi impossibile sostenere gli spostamenti. La proroga non è solo indispensabile ma deve essere ricevuta in tempi strettissimi, se consideriamo che molti tribunali stanno già programmando i gradi di giudizio nelle sedi maggiori, proprio anticipando la possibilità di un provvedimento soppressivo. Per questi motivi, oggi, abbiamo chiesto con determinazione e celerità ogni possibile soluzione per risolvere il problema della proroga per almeno due anni”.

La delegazione ha incontrato i capigruppo e i rappresentati di LeU, Fratelli d’Italia, PD, 5Stelle, Italia Viva, Forza Italia e Lega che hanno, unanimamente, scelto di impegnarsi per presentare emendamenti, al fine di ottenere la proroga, da proporre nelle commissioni di riferimento per essere inserite nei prossimi provvedimenti legislativi.

(Foto: Sora Shimazaki / Pexels.com)

Back to top button