Economia

L’ALLARME M5S: IN ABRUZZO IL FONDO PERDUTO LIQUIDATO A SOLE 11MILA IMPRESE

“Continui slittamenti, cambio di date per il termine ultimo, scusanti e al tempo stesso autocelebrazioni su quanto si stia lavorando bene. Queste sono, in sintesi, le argomentazioni che il centrodestra abruzzese mette in campo per giustificare la sconcertante lentezza e la mancanza di erogazione dei contributi a fondo perduto che dovrebbero arrivare nelle tasche delle imprese abruzzesi. Parliamo di fondi istituiti dalla Regione Abruzzo per assicurare una disponibilita’ immediata alle imprese di tutti i settori economici nonche’ ai lavoratori autonomi titolari di partita Iva, in grave carenza di liquidita’, con l’obiettivo di preservare la continuita’ delle attivita’ economiche, in un momento particolarmente drammatico per la nostra regione, dovuto alla pandemia da Covid-19″. A dichiararlo e’ il vicepresidente del Consiglio regionale d’Abruzzo, Domenico Pettinari (M5s), che ieri, sui contributi, ha chiesto chiarimenti durante il Consiglio regionale. “A quasi un anno dall’inizio della pandemia ci troviamo ancora inondati da parole e promesse mentre la realta’ dei fatti e’ una sola- dichiara oggi- delle 46.055 istanze presentate risulterebbero, ad oggi, ammesse a contributo solo 19.503 domande, di cui solo circa 11.399 sembrano essere state liquidate, per un importo di 10.910.353,41 milioni di euro a fronte di un importo complessivo che dovrebbe aggirarsi sui 57.686.828,76 milioni di euro. Una congestione da parte di Regione Abruzzo che si traduce nella disperazione di migliaia di imprese abruzzesi che ormai sono allo stremo e che aspettano che la Regione metta a sistema sia i fondi regionali che quelli che sono arrivati dallo Stato e dall’Europa”, chiosa Pettinari.

“Da questa maggioranza a trazione Lega, Fratelli D’Italia e Forza Italia, abbiamo contato centinaia di comunicati stampa in cui si parlava con toni trionfalistici del contributo a fondo perduto che la Regione avrebbe erogato- incalza il pentastellato- Ma a oggi, pero’, le tasche degli abruzzesi sono piene solo delle chiacchiere del centrodestra. Ho presentato un’interrogazione lo scorso ottobre e ho ricevuto in risposta solo promesse, non e’ andata meglio nell’ultimo consiglio regionale dove ho nuovamente sollevato la questione ottenendo una risposta, dall’assessore D’Amario, confusionaria e piu’ volta a giustificare la lentezza della Giunta che a dare termini certi e informazioni concrete sullo stato del fondo perduto. Stiamo parlando della vita di migliaia di cittadini che devono fare i conti con una crisi economica mai vista prima- ribadisce il vicepresidente del Consiglio regionale- Se i fondi dallo Stato e dall’Europa sono stati erogati, ci devono spiegare perche’ le pratiche in Regione Abruzzo sono ferme al palo e procedono con una lentezza inaccettabile visto il momento in cui ci troviamo”. A disposizione, oltre gli oltre 57 milioni citati, spiega Pettinari, ci sono 30 milioni di risorse par-Fsc 2014/2020-dgr 663 del 2 novembre 2020, derivati dal disimpegno delle risorse del dipartimento Agricoltura e altri 7.906.447,37 milioni derivanti dal Decreto Ristoro. “Ora ci devono spiegare perche’ questi soldi non arrivano a destinazione e soprattutto dare tempi certi, ma non a me o al Movimento 5 Stelle- conclude- devono dare risposte ai cittadini che ci chiamano disperati perche’ si sentono abbandonati proprio dall’istituzione regionale che dovrebbe essere quella piu’ vicina al territorio. Noi continueremo a vigilare ogni giorno su ogni centesimo. E continueremo a porre le stesse domande fin quando tutti gli abruzzesi che ne hanno diritto non riceveranno quanto spetta loro”.

Back to top button